Preghiera trovata in una Cappella, scritta a mano, datata 1971

Più passano gli anni e più mi sembra nuova la vita.
Sorprese, incognite, difficoltà enormi che poi svaniscono silenziosamente,
piccole gioie, stanchezza e paura: tutto è tramonto e tutto è aurora;
tutto è una povera cosa, un nulla che però è sempre decisivo
per far cambiare il corso delle cose.
Niente si perde, niente muore del tutto…
Tutto, anche gli istanti che io non ricordo
si raccolgono nelle tue mani o Signore,
per un lavoro che tu solo conosci.
Perciò amo la vita, Signore,
così sbriciolata in cose da nulla:
la amo e la getto così nelle Tue mani.

20130321-101415.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...