Archivio | 9 maggio 2013

Gandhi – Riconosco…

Riconosco francamente le mie colpe e cammino sotto lo sguardo di Dio perchè la sua presenza è per me come i raggi del sole….Le mie austerità, le mie preghiere, non hanno alcun valore se conto soltanto su di esse, ma sono inestimabili se rappresentano il mio desiderio ardente di appoggiare il capo sulle ginocchia del Creatore…Dio che è amore, spiritualità e morale, assenza di paura, sorgente di luce e di vita. Egli conosce il fondo dei nostri cuori. L’uomo può respingere la parola di Dio; ma non può impedire che Dio esista.

20130509-175459.jpg

Un profumo di nardo – Manuel Alegre

lavanda Nardo

In verità ti dico: Non
mi aspetto l’eternità. E so
che nessun verso vince la morte.
Cerco appena un segno
un ritmo che mi ridia
l’impercettibile respiro della terra.
Forse i capelli di Maria
sorella di Marta
che m’asciugano i piedi.
Perché tutte le poesie sono mortali
e quel che resta è forse
un profumo di nardo. E niente più.

Riflessione:

Nel gesto di Maria che asciuga i piedi di Gesù c’è un “momento” capace di superare lo spazio e il tempo, perchè tutti possiamo offrire ad un altro, qualsiasi altro, la nostra attenzione, la nostra compassione, il nostro bene ed è da questa gratuità offerta, senza volere nulla in cambio che si sparge e…rimane IL PROFUMO DI NARDO!