Archivio | 4 giugno 2013

sorridere

TARTARUGA

… le amarezze rafforzano, ma le amarezze distruggono a volte la nostra parte più sensibile, coprendola di corazze inutili, corazze che fanno somigliare il cuore ad una tartaruga, ma dentro siamo fragili come cristalli di Boemia e basta un sapore perduto o ritrovato, per annientarci. Io ho imparato a soffrire, mi guardo e sorrido, perché solo sorridendo copro l’angosciante desiderio di un destino diverso.

Nostalgia – Nazim Hikmet

barca solitaria
Durante tutto il viaggio la nostalgia non si è separata da me
non dico che fosse come la mia ombra
mi stava accanto anche nel buio
non dico che fosse come le mie mani e i miei piedi
quando si dorme si perdono le mani e i piedi
io non perdevo la nostalgia nemmeno durante il sonno
durante tutto il viaggio la nostalgia non si è separata da me
non dico che fosse fame o sete o desiderio
del fresco nell’afa o del caldo nel gelo
era qualcosa che non può giungere a sazietà
non era gioia o tristezza non era legata
alle città alle nuvole alle canzoni ai ricordi
era in me e fuori di me.
Durante tutto il viaggio la nostalgia non si è separata da me
e del viaggio non mi resta nulla se non quella nostalgia.

Oggi raccolgo… Stephen Littleword

mare finestra
Oggi raccolgo brandelli di cielo,
sorrido al nuovo giorno che si accinge a splendere,
raccolgo le forze come se fossero coralli sulla spiaggia,
e ne faccio tesoro
per l’intera giornata.
Apri le porte al cambiamento e vivi intensamente,
disegna una finestra tra i pensieri più bui
e falla diventare la tua finestra sul cielo interiore.
Che sia un giorno splendido,
uno di quei giorni dove il sole splende,
dentro e fuori di te.